Ruotino di scorta

Ruotino di scorta

In alternativa alle classiche ruote di scorta o al set che funge per la riparazione, la soluzione più consolidata e sicura è il ruotino di scorta. Questo oggetto presenta delle dimensioni molto ridotte rispetto al tradizionale kit cerchio e pneumatico, perché deve essere trasportato senza creare alcun ingombro. La presenza non è sempre garantita, poichè alcune case automobilistiche preferiscono farne a meno. I pericoli che possono essere riscontrati mentre si guida sono sempre indefiniti, ma comunque tanti, quindi una ruota, seppur piccola, che funge da salvataggio in situazioni estreme, di natura logistica o di natura tecnica, può sempre servire.

Come usarlo

Il ruotino di scorta è un oggetto che può essere considerato addirittura salvavita, perché non solo riesce a far fronte ai pericoli e ai rischi che si possono incontrare guidando, ma anche perché può essere spostato con facilità e riposto semplicemente nel bagagliaio. In questo modo, l'ingombro è davvero inesistente ed in più si riesce a salvare spazio prezioso nel baule. Naturalmente, un volume molto più ristretto rispetto alla norma, ovvero rispetto alle classiche ruote, comporta dei piccoli inconvenienti che bisogna tener sempre conto.

Questi piccoli problemi sono dati, come già specificato, dalle dimensioni del ruotino di scorta che creano disagi per quanto riguarda l'equilibrio dell'auto e della stabilità di tutto il sistema degli pneumatici. Proprio per questo, quando si verifica una foratura o qualsiasi altro tipo di problema che impone a cambiare la ruota della vostra macchina e a sostituirla con un ruotino, è necessario mantenere una velocità molto bassa, che non deve superare i 70 chilometri orari. Ovviamente, se siete consapevoli che il vostro stile di guida non è affatto calmo né pacato, e per di più il percorso che dovete condurre è ricco di curve, è consigliabile che la soglia minima di velocità scende addirittura ai 50 o ai 60 km/h. Per quanto riguarda la durata, non c'è un vero e proprio tempo prestabilito, ma comunque dovete sempre ricordare che il ruotino di scorta, come indicato dal nome, è un oggetto che viene usato in casi estremi e di emergenza, quindi serve soltanto per arrivare a casa sani e salvi, poi magari è meglio sostituire, successivamente, il ruotino con una normale e classica ruota.

Come montare un ruotino di scorta

Quando si verificano incidenti o ruote bucate, è bene accostarsi in luogo sicuro e procedere al cambio di ruota. Le condizioni potrebbero essere non delle migliori, ovvero vento, freddo, poco spazio o poca visibilità, ma in questo caso è bene mantenere il sangue freddo. Come prima cosa, l'auto deve essere accostata su una superficie piana e dura, mentre le quattro frecce devono essere necessariamente accese. Prima di cambiare la ruota dovete adottare tutte le misure precauzionali possibili, quindi è bene mettere il giubbotto di sicurezza e posizionare il triangolo che avvisa le altre macchine che c'è un pericolo ed una macchina ferma. Dopodiché dovete svitare i bulloni in senso antiorario e con la macchina ancora poggiata a terra. Prima di estrarre i bulloni, dovete alzare la vettura con un cric posizionato in modo preciso nel punto di appoggio.

Chiaramente, è necessario che vi informiate bene su tutte queste procedure e che vi procuriate tutto il materiale necessario, altrimenti tutto questo processo non può essere attuato in alcun modo. Dopo aver alzato l'auto di circa 5 centimetri, dovete passare allo smontaggio delle gomma forata e al montaggio del ruotino. L'operazione è molto facile, anche perché dopo aver sostituito la ruota, lo schema si ripete. Quindi bisogna avvitare ti nuovo tutti bulloni e poi poggiare, in modo piano e delicato l'auto al suolo. La ruota danneggiata, insieme al crick e gli altri attrezzi, devono essere riposti nel cofano. Dopo aver usufruito del ruotino di scorta, è consigliato sostituirlo con una ruota magri della stessa marca e modello delle altre già montate.

Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: